adhd-childrendi Anna La Prova

Gestire l’ iperattivita a scuola può diventare molto difficile se gli insegnanti non sono adeguatamente formati sulle strategie più efficaci per arginarne gli effetti negativi.

 

L’ iperattivita a scuola non puo’ essere gestita improvvisando, ma bisogna conoscere strategie precise e specifiche.

Uno degli errori tipici che si commettono di fronte a questo problema, è spesso quello di procedere per tentativi ed errori, cercando di provarle un po’ tutte, sperando che magicamente qualcosa funzioni la prima volta che viene messa in atto. Purtroppo il problema dell’ iperattivita a scuola non può essere gestito in maniera risolutiva se non si predispongono dei piani d’azione ben precisi e specfici.

Procedere tentandole “un po’ tutte”, non solo non risolve il problema, ma addirittura può peggiorare la situazione, facendo aumentare gli aspetti problematici legati all’ iperattivita.

Per arginare i comportamenti iperattivi sia che siano legati ad un vero e proprio  Disturbo da iperattività, sia che siano solo sintomo di una difficoltà di autocontrollo, è bene, innanzitutto riuscire a creare un ambiente che sia prevedibile. Anche nel caso in cui, infatti, l’ iperattivita sia legata ad un disturbo specifico come l’ADHD, essa può essere esasperata o attenuata dall’ambiente educativo, anche se non è stato questo a causare il problema specifico.

Creare un ambiente prevedibile per arginare gli aspetti problematici dell’ iperattivita’, significa, ad esempio, informare i bambini di ciò che li aspetta durante la giornata.

Questo va fatto non in maniera generica e sommaria, ma in modo puntuale e dettagliato. Alcuni insegnanti, ad esempio, hanno trovato molto utile, creare dei cartelloni in cui vengono rappresentate, tramite immagini o disegni, tutte le attività previste per la giornata, scandite di mezzora in mezzora, in pratica dare informazioni chiare su ciò che accadrà.

Uno dei modi per arginare l’ iperattivita a scuola, e’ quello di creare un ambiente prevedibile, informando i bambini di cio’ che li aspetta durante la giornata.

Sapere che cosa sta per accadere, crea una percezione di controllo. Tutti, infatti, abbiamo bisogno di sapere che cosa ci facciamo in un determinato posto, cosa sta per accadere e cosa ci si aspetta da noi. Per i bambini iperattivi e con disturbo dell’attenzione in età scolare questa diventa una necessità ancora più forte.

Il problema dell’ iperattivita a scuola, infatti, spesso può essere aumentato dall’ansia del non sapere che cosa accadrà da un momento all’altro. In quest’ottica, dare informazioni chiare (anche visivamente) è uno dei primi punti su cui puntare.